domenica 4 ottobre 2009

Sincerità

Ieri troppo. Oggi troppo poco. Un dolore acuto ieri sera dopo cena mi ha costretto a vomitare, senza volerlo, senza pensarlo. La cosa malata è che era piacevole la liberazione. Sapevo che sarebbe stata una cena grossa, con tante portate. Un'ora di corsa (-300 kcal) al mattino e un unico pasto (colazione+pranzo) da 150 kcal, ero certa mi avrebbero preservato dai sensi di colpa e avrei potuto cenare tranquilla, in un posto splendido con persone a cui voglio bene. Avevo preparato tutto per stare serena. Invece no. Alla fine mi sento scoppiare. Senso di oppressione. Nausea. Fatico a respirare. Sto male. Qualcuno mi porta al bagno e lì tiro fuori tutto. E quando non mi sembra ancora tutto, due dita aiutano l'operazione. Alla fine mi sento vuota, come se non avessi mangiato nulla e dopo un'ora avverto persino fame. Ovviamente non mangio più. Vado a letto devastata ma serena. E oggi... oggi sono depressa fino al midollo. Altra ora di corsa e 250 kcal ingurgitate fino ad ora. Poco sì, ma ho fame. Resisto e mi sento stupida. Cerco mille distrazioni per non andare in cucina. Non mi peso da giorni, ho paura. Il minimo storico di luglio (44 kg) è lontano. Dieci giorni fa ero a 47. Mi convinco pensando che avendo ripreso a fare sport, dopo 20 giorni di pausa, in quantità industriali, sia normale l'aumento, visto che i jeans mi stanno ancora tutti. Ma sono bassa, una tappa di 1,60m. Ecco, con questo post ammetto le mie debolezze, la mia dicotomia. In perfetta contraddizione col post precedente. Non è vero che non ho obiettivi, vorrei pesare 40 kg!

7 commenti:

  1. Io invece quando mi abbuffavo, non riuscendo a vomitare, e non perche' non lo desiderassi immensamente,ma per incapacita'" tecnica" se si puo' definire così, andavo a letto che mi sentivo morire...e poi, il giorno dopo, via ai maltrattamenti con abuso di diuretici e lassativi, e sforzi fisici estenuanti...poi riducevo drasticamente un giorno o due, e quindi ecco un'altro attacco di binge...un circolo vizioso da cui credevo non sarei mai uscita.
    Per intenderci, in un circolo vizioso ci sto anche adesso, perche' se non tengo il conto delle calorie e non programmo anticipatamente cosa mangiare, come spesso capita nel weekend, mi sento persa...anche se la bilancia adesso con me e' diventata clemente, e l'assenza di crisi compulsive mi rasserena non poco...40 kg erano anche la mia meta, ma quando ci sono arrivata non sono stata capace di fermarmi.
    Spero non succeda anche a te la stessa cosa.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. sai, non so se le mie possono considerarsi proprio abbuffate. Quando leggo nei blog le cose che mangiano le ragazze quando hanno una crisi mi rendo conto che a me non è mai capitato così. Nel senso che per me un'abbuffata è mangiare antipasto, primo, secondo e dolce, alcolici a oltranza. Il problema è che spesso sento di dovermi liberare anche quando ho solo sgarrato di poco il mio programma quotidiano. Partivo d 54kg quando è iniziato tutto. Ho perso 9 kg in 6 mesi, neanche troppo velocemente. Poi a 47 mi sono fermata, anche se non mangio non perdo più nulla da agosto. Faccio tantissimo sport e prendo termogenici per il metabolismo, lassativi per sentirmi vuota e nei giorni buoni non supero le 500 kg. Nei giorni brutti mi fermo al massimo a 1.500. Eppure è così, il peso è fermo immobile. Questa cosa mi fa esaurire di più... che vuol dire che non sei stata capace di fermarti? Sei scesa al di sotto dei 38?

    RispondiElimina
  3. Ieri ho risposto alla tua domanda ma non vedo il mio commento, per cui te lo riposto: la mia meta erano i 40 kg, ma lo specchio non mi rimandava mai un'immagine magra abbastanza, per cui quando ci sono arrivata ho calcato un po' la mano e sono scesa a 38...un giorno sono comparsi anche i 37.500, e lì ho capito che la situazione mi era sfuggita di mano.
    Ora, sono consapevole che mantenendomi sulle 1200 kcal continuo a dimagrire, ma allo stesso tempo qualcosa mi frena nell'aumentare l'apporto calorico.
    Non sono normale lo so...ognuno si esaurisce per i suoi motivi!

    RispondiElimina
  4. posso immaginare, mia cara. Però ora sei stabile e mangi di più. Invece per me adesso è davvero dura. La cosa che mi fa paura è la depressione e la stanchezza fisica. Non riesco più a stare intorno alle 400 kcal, mi sento morire. Anche perchè non scendo e il nervoso invece sale. Invidio la me del passato, quella che ben 8 kg in più era serena, si godeva il cibo, usciva spesso e si divertiva. Ora il mio già naturale isolamento sì è ingigantito ancora di più e la tristezza mi assale di frequente. Sto pensando di andare da uno psichiatra...

    RispondiElimina
  5. Sono contenta che tu abbia deciso di compiere il grande passo!
    Quello che blocca me sono le deludenti esperienze passate: ho optato per il privato, ma mi sono ritrovata di fronte gente che mi lasciava parlare a vuoto per un'ora intera, senza mai intervenire, continuando a guardare l'orologio per poi intascarsi 100 euro alla fine intanto che io andavo alla deriva...
    Quindi ho interrotto questi percorsi curativi molto in fretta.
    Stavolta faro' ricorso alla sanita' pubblica, ma la mia piccolissima citta' non offre molto, a parte un CPS che vorrei evitare perche' conosco alcune persone che ci lavorano.
    O forse sto solo raccontando un mucchio di balle a te e a me stessa, in realta' quello che mi frena e' la consapevolezza che nel mio male, alla fine, non ci sto poi così male...
    Comunque sia...che vuol dire ben 32?
    Sei piu' giovane di me!!!
    In bocca al lupo, ti pensero'!
    Aggiornami!
    Ti abbraccio forte forte anch'io!

    RispondiElimina
  6. Più ci si fissa sul perdere peso... più avere come obbiettivo un numero ben preciso diventa allettante. Si presenta alla tua mente in maniera quasi nascosta, così che tu stessa senti la sua ombra ma continui a illuderti che non ci sia. Dopo poco, però, quell'idea ha già stabilito solide fondamenta e tu non pensi più che a quel numero... Il mio (adesso che ho ripreso molto peso) è 54, quando il mio pesoforma ideale sarebbe 57. I numeri che iniziano col 4 sono molto più invitanti, ma non sono troppo compatibili col mio fisico. Comunque, adesso che devo vedermela con un 6, un 5 è già un bel sogno...

    RispondiElimina